Devi traslocare? Sei nel posto giusto!

Richiedi un preventivo personalizzato a professionisti del settore

Come fare inventario di casa

Scoprire come fare inventario di una casa è importante per diversi motivi. Ed è abbastanza semplice se sai come gestire una serie di passaggi. Devi iniziare a enumerare e descrivere tutto ciò che si trova in una determinata camera, dividere per tipologia di oggetto o arredo, decidere cosa mantenere e cosa invece deve essere eliminato. Il tutto avviene su un documento cartaceo o un file.

come fare inventario di una casa

In alcuni casi puoi utilizzare anche delle comode app su smartphone per semplificare il lavoro di inventario in casa. Quest’azione deve essere gestita in modo da avere una chiara rappresentazione di tutto ciò che si trova nella tua dimora e i motivi che ti spingono a lavorare su questo fronte sono diversi. C’è chi fa inventario della casa prima del trasloco, chi per motivi assicurativi e altri per affittare casa vacanza. In ogni caso ti sarà utile avere a disposizione una guida (e alcuni modelli) per fare l’inventario della tua dimora.

Scegli un modello per l’inventario

Se devi cambiare casa o venderla, puoi preparare i tuoi beni per un trasporto sicuro. In che modo? Il primo passo è quello che puoi ben immaginare: devi fare un inventario preciso della casa per sapere cosa si trova nelle varie stanze. Il punto di partenza in questi casi è decidere quale modello utilizzare per semplificare il percorso di enumerazione di oggetti, suppellettili e arredi.

template e modelli per fare inventario di una casa

Alcuni fogli Excel per realizzare inventari casa.

Se utilizzi Excel puoi scaricare dal sito web Microsoft dei template ufficiali che ti semplificano il lavoro. In ogni caso puoi realizzare facilmente un documento per inventario casa con un foglio di calcolo ma se vuoi lavorare con la massima comodità e precisione possibile suggerisco l’app Inventario casa su Google Play: prima crei la tua casa virtuale, poi aggiungi tutti gli elementi delle stanze.

Da leggere: come sgomberare cantine e soffitte

Elimina tutto quello che non serve

Prima di iniziare a fare l’inventario della casa devi lavorare su un altro punto: il decluttering. In pratica, fai una prima scrematura delle cose che non servono. Questo ti consente di ottenere un grande vantaggio in termini di economia dell’inventario. In altre parole?

In questa fase devi assolutamente semplificare l’opera di enumerazione degli oggetti. Se una cosa non serve in casa è inutile tenerla, sia per l’inventario che per il possibile trasloco. In questi casi può essere d’aiuto un servizio di smaltimento mobili professionale.

Crea delle categorie ben precise

Quali sono i macro gruppi di elementi da utilizzare per fare un inventario casa efficace? Di solito possiamo includere elettrodomestici e relativi accessori, strutture multimediali, mobili, utensili per la cucina, piatti e bicchieri, elementi di decoro, cuscini e lenzuola, vasi e contenitori, libri, piante, giocattoli (se ci sono bambini), oggetti per sport e hobby, biancheria, abiti di vario genere.

Poi, in base alle esigenze ci possono essere più voci o magari delle sotto-categorie. Ad esempio, in una casa media è inutile specificare oltremodo il tipo di mobili o le decorazioni presenti in una stanza. Se invece devi traslocare una villa di grandi dimensioni e con un buon numero di opere d’arte tutto diventa più articolato. E, ad esempio, farei differenza tra quadri, statue, porcellana, argenteria.

Osserva ogni dettaglio e segna

Ora hai il tuo documento diviso per stanza e quindi per sezioni. Arriva il momento di studiare ogni angolo della casa e iniziare a segnare nel file tutto quello che si trova nei tuoi spazi. Per agevolare il lavoro puoi svolgere questo compito insieme a un’altra persona.

Se stai organizzando un trasloco, inoltre, consiglio di raggruppare oggetti minuti già in scatoloni. Così da inserire nell’inventario solo i colli. Ad esempio, se devi traslocare una libreria chiudi i testi nelle confezioni e metti a inventario il numero dei colli. E non quello dei libri.

Quali sono le voci per avere un inventario più dettagliato? Oltre al numero, puoi inserire descrizione e marca dell’oggetto, stato attuale e magari (se puoi farlo) conviene procedere con il punto successivo che ti consente di alleggerire ancora di più il risultato finale.

Torna sul tuo lavoro di pulizia

Dividi l’inventario per stanza e categoria. Questo ti consente di ottenere un altro vantaggio strategico oltre a rispettare un ordine mentale ottimale: puoi procedere con un’ulteriore fase di pulizia ed eliminazione delle cose inutili. Ad esempio, puoi aggiungere una colonna sull’utilità e inserire per ogni cella una nota: Sì/No. Serve oppure no. Così ogni elemento può essere valutato a freddo.

Per approfondire: come preparare casa dopo il trasloco

Dopo aver compilato l’inventario

Cosa fare con questo documento? Dipende dal perché hai deciso di fare un inventario per la casa. Se è per una casa vacanze questo documento sarà utile per avere sotto controllo la tua proprietà. Se invece hai stilato il tutto per migliorare e ottimizzare un trasloco e velocizzare le attività puoi consegnare una copia anche a chi si occupa del trasporto e del trasferimento. Hai già scelto l’azienda?

Lascia un commento

Call Now Button