Devi traslocare? Sei nel posto giusto!

Richiedi un preventivo personalizzato a professionisti del settore

Come organizzare casa dopo un trasloco

Questa è una delle domande tipiche che arrivano alla nostra attenzione: “Ok, il passaggio da una dimora all’altra è andato. Ma come organizzare casa dopo un trasloco?”. Il momento in cui passi a una nuova abitazione è sempre delicato, a volte affronti vere e proprie sfide per superare stress e fatica. Ma alla fine ce l’hai fatta e devi solo rimettere tutto a posto.

Come organizzare casa dopo un trasloco

Sembra facile, vero? In realtà non è così. Lo scontro è qui, nel rimettere tutto al proprio posto. Hai scatole infinite da sistemare e non puoi perdere tempo: c’è bisogno di tecnica e schematizzazione del lavoro da portare avanti. Hai quasi finito, cambio di dimora può trovare il lieto fine solo se capisci come organizzare casa dopo un trasloco.

Da leggere: le regole d’oro per traslocare senza problemi

Pulire la casa prima di sistemare i mobili

La regola fondamentale per avere un buon risultato dopo il tuo trasloco: assicurati di posizionare i mobili su una base pulita. Prima di arrivare con i pacchi devi avere un pavimento limpido, mura senza umidità, angoli spazzati e pronti per essere riempiti. Ora mi dirai che però con la confusione del trasloco si sporcherà di nuovo tutto.

Infatti dopo devi pulire di nuovo. Ma affronteremo questo snodo con calma. Ciò che devi sapere è che non puoi montare mobili, cucine, letti e altro ancora in una casa che non si presenta al meglio. Perché molti angoli saranno difficili da raggiungere in seguito: meglio intervenire ora, non credi? Le grandi pulizie si possono fare solo quando i mobili e le strutture più importanti della casa sono assenti.

Schematizza dove posizionare il tutto

Una volta pulita la casa devi passare al secondo step: organizzare su carta. Devi avere uno schema per evitare improvvisazioni, per sapere subito dove andranno tutte le scatole e fare in modo che ci sia una coordinazione base tra ciò che hai sulla carta e l’attività di facchinaggio. A tal proposito puoi lavorare in modo intelligente:

  • Segna sui cartoni il contenuto e dove dovranno andare una volta terminato il trasloco.
  • Informa gli addetti al trasporto di sistemare, se possibile, le scarole giuste nella stanza.

Quando chiudi i pacchi sincerati di lasciare delle etichette o delle scritte con queste informazioni. In questo modo le persone che portano le scatole possono lasciare i colli nel posto giusto e tu risparmi tempo prezioso. Perché riunire tutte le scatole in un luogo quando puoi avere già le posizioni giuste e limitare il lavoro?

Definisci subito ciò che devi buttare

Mi chiedi come organizzare casa dopo un trasloco? In primo luogo devi sapere già cosa deve andare via, non puoi portare mobili vecchi in un appartamento nuovo per poi cambiarli. A questo punto conviene ricominciare al meglio.

Come migliorare casa dopo un trasloco

Sai qual è una delle grandi comodità di un trasloco professionale organizzato con un’agenzia? Hai una serie di benefit che ti consentono di velocizzare delle operazioni che, altrimenti, sarebbero complesse da portare a termine. Ti faccio un esempio: lo smaltimento mobili dopo il trasloco. Tutto ciò che deve essere buttato viene trattato direttamente da chi fa il passaggio da una casa all’altra.

Apri i pacchi in modo utile e sistematico

Qual è la strada giusta in questi casi? Devi aprire le scatole in modo da organizzare il lavoro. Punto primo: inutile spacchettare tutto nello stesso momento, fin quando il contenuto rimane nei colli non dà fastidio. Quindi lavora prima con ciò che deve contenere tutti i tuoi averi. Vale a dire i mobili per gli abiti, le librerie, la cucina, il piano cottura, i tavoli…

Che senso ha mettere l’enciclopedia sul pavimento mentre stai montando gli scaffali per reggerla? Una buona idea potrebbe essere quella di coinvolgere qualche amico volenteroso per affrontare le fasi più complicate, anche se per le dimore con tanti mobili conviene avere dei professionisti specializzati nel montaggio. O almeno questo è il consiglio per evitare danni alle ante e alle superfici.

Un consiglio: è utile far arrivare il tutto in momenti differenti. Ad esempio puoi organizzare il trasloco di queste strutture subito, per avere la base di partenza e lasciare altri scatoloni con suppellettili, abiti e altri dettagli in un deposito di sicurezza. In questo modo puoi recuperare i box con calma, quando tutto è già pronto per ospitare il contenuto. Forse ti conviene dare uno sguardo al self storage.

Ora devi pulire di nuovo tutto

Esatto, le grandi pulizie di base sono state fatte e i mobili sono posizionati su un pavimento pulito, in un ambiente salubre. Ma la confusione del trasloco porta a una conclusione chiara: hai bisogno di una nuova ripassata a colpi di aspirapolvere, panno per i pavimenti, detersivi e stracci per la polvere. Ora si lavora sui dettagli, in questo caso puoi chiamare un’impresa di pulizie per velocizzare, soprattutto se gli spazi sono ampi. Altrimenti bastano un paio di mani in più per ottenere un grande risultato.

Cura i dettagli della nuova dimora

Come organizzare casa dopo un trasloco? L’attenzione è sempre rivolta a questo punto. Vale a dire quello che dà più gratificazioni. Ora tutto è in ordine, hai i mobili e gli oggetti del quotidiano. Tutto profuma di nuovo, ma concediti un momento per viziare la tua dimora.

Ad esempio puoi organizzare il pomeriggio per sistemare i quadri e comprarne uno nuovo. Oppure ti dedichi alle decorazioni delle pareti, magari decidi di fare shopping e acquistare un dettaglio per arricchire la tua casa. Hai bisogno di questo.

Come sistemare casa dopo un trasloco

Ma soprattutto devi essere capace di mettere un punto. Una delle grandi tragedie di chi fa un trasloco è proprio questa: la perenne attesa di qualcuno che apra gli ultimi pacchi e che si decida a sistemare i libri, il cambio di stagione, le mensole.

No, il trasloco deve essere un rito di passaggio. A volte queste attese nascondono un desiderio di mantenere i legami con la vecchia casa, ma non è questo il momento di aspettare: ricomincia la tua vita in una nuova abitazione e fallo subito. Prenditi dei giorni di festa dal lavoro se necessario, ma la regola base è questa: devi iniziare e finire. Come organizzare casa dopo un trasloco? Anche con una bella cena insieme agli amici di sempre, per inaugurare il tuo nuovo spazio di vita.

Per approfondire: le assicurazioni per i traslochi sono indispensabili?

Come organizzare casa dopo un trasloco

Questi consigli per organizzare casa dopo il trasloco sono utili, nessuno lo mette in dubbio. Ma sai cosa? Se non hai mosso i tuoi passi con ordine e professionalità non avrai mai il risultato sperato. E dovrai investire molte ore del tuo tempo per riorganizzare mobili, piatti, bicchieri e quant’altro. Ecco perché quando chiedono come organizzare il trasloco casa può essere utile rivolgersi direttamente a un’azienda che fa questo come mestiere.

Vale anche se devi organizzare un piccolo trasloco, magari della cucina o della camera da letto. O devi solo traslocare il pianoforte che è sempre un bel lavoro. Insomma, per le operazioni semplici può essere utile semplificare la vita e avere più tempo.

Come organizzare casa dopo un trasloco
5 (100%) 20 vote[s]

Lascia un commento

Richiedi preventivo