Devi traslocare? Sei nel posto giusto!

Richiedi un preventivo personalizzato a professionisti del settore

Cos’è il decluttering per il trasloco?

Il decluttering – letteralmente traducibile come liberare spazio, togliere cose inutili, decongestionare – è un processo che consente di eliminare il superfluo. Non è legato per forza al mondo del trasloco, è una pratica che si applica a diverse situazioni.

decluttering

Ad esempio quando si vuole snellire un armadio e si fa il cambio di stagione oppure nel momento in cui si mette ordine in cantina. In questo modo puoi ottimizzare l’area di una casa, di una stanza in particolare, e recuperare spazio importante. Ma poi? Come si collega tutto questo con il trasloco? Perché in questi casi si consiglia di fare decluttering o di chiamare un professionista del campo?

Cos’è e a cosa serve il decluttering

Nel trasloco non c’è bisogno di portare tutto da una casa all’altra. Anzi, è molto più conveniente buttare tutto quello che non serve e snellire le operazioni in modo da impiegare meno tempo, uomini e attività. Il decluttering serve proprio a questo: tagliare tutto

O meglio, tagliare quello che non serve e fare in modo che il lavoro degli operai e delle persone impegnate sia più semplice e veloce. I vantaggi riguardano anche il post trasloco: in un attimo sistemi casa. E ti rendi conto che non sempre conviene il trasloco fai da te.

Se hai meno ciarpame da sistemare puoi vivere la tua nuova casa in poco tempo. Magari acquistando ciò che serve e dimenticando i vecchi suppellettili che tendiamo a collezionare nel corso della vita in una casa. E che probabilmente non serviranno nella nuova.

Per approfondire: quando non conviene un trasloco fai da te

Quando svolgere quest’operazione

Di solito la fase di decluttering può essere organizzata in qualsiasi momento, anche durante un cambio di stagione o un lavoro di restauro o riparazione. O magari di semplice manutenzione. Ma uno dei momenti migliori per eliminare ciò che non serve più dalla tua casa è il trasferimento di domicilio. Lo sgombero casa prima del trasloco è fondamentale per avere più spazio di manovra.

Ma attenzione al quando decidi di muoverti. Il decluttering deve essere pianificato con cura perché ci sono due rischi che intercorrono durante il trasloco: ritrovarti senza gli oggetti necessari quando ne fai ancora bisogno perché hai anticipato troppo le fasi del lavoro, oppure devi correre ai ripari gli ultimi giorni perché sei in ritardo. E all’improvviso saltano tutte le regole per il trasloco perfetto.

Pianificare al meglio il decluttering

Questo è un aspetto fondamentale che ti consiglio di prendere come riferimento. Il punto di partenza: avere una pianta della casa, anche una semplice bozza, per gestire i tempi necessari per fare il decluttering. Ad esempio puoi decidere di fare lo sgombero di cantina, soffitta o veranda estiva in anticipo perché sono aree che usi poco e possono essere ignorate nello svolgimento della giornata quotidiana.

google keep

Una schermata di Google Keep per il decluttering.

Non vale per il garage però, lo usi tutti i giorni. Allora prendi un altro foglio ed elenchi tutte le aree della dimora: quelle che possono essere liberate in blocco le segni come già fatte. Così chiami il servizio smaltimento per iniziare subito il lavoro. Per le zone che hanno ancora un ruolo nella vita quotidiana inizi a elencare gli oggetti e i mobili presenti.

E crea una lista di oggetti da eliminare. In questi casi può essere di aiuto un’app per lo smartphone che ti permetta di creare note e liste di passaggi da mettere in pratica. Una delle migliori è sicuramente Google Keep, molto comoda sia su smartphone che desktop.

Chi può aiutarti a tagliare il superfluo?

Di sicuro la parte del leone la devi fare tu che devi traslocare. Il decluttering è un’attività delicata che chiama in causa il bisogno e il desiderio di avere le proprie cose e buttare ciò che non serve. Solo tu puoi decidere se, ad esempio, traslocare il pianoforte o buttare quella vecchia poltrona. Però quando chiedi aiuto a un’agenzia per fare traslochi puoi avere la fortuna di ottenere un servizio extra.

Vale a dire lo smaltimento mobili. Quando decidi di traslocare e buttare tutto ciò che non serve ci sono due fasi fondamentali del lavoro: la prima riguarda il capire cosa serve e cosa no. La seconda, invece, è quella che contempla un viaggio (o più di uno) verso la discarica.

E la differenziata non è sempre così facile se ci sono anche vecchi elettrodomestici da buttare. Un servizio di smaltimento mobili e rifiuti facilita il lavoro di decluttering perché ti consente di concentrare l’attenzione solo sulla decisione. Il lavoro di trasporto è completamente lasciato ad altre persone. Sicuramente più competenti per portare a termine un lavoro sempre molto delicato.

Da leggere: 6 punti essenziali per organizzare un trasloco

Chiamaci per il tuo trasloco

Come scegliere una ditta per i trasporti a Roma? Uno delle soluzioni migliori è quella che ti consente di operare con persone in grado di aiutarti in modi differenti. Anche, ad esempio, aiutandoti nella difficile opera di decluttering. Ad esempio fornendo un servizio personalizzato di smaltimento mobili in grado di velocizzare tutte le attività che pesano sul tuo tempo. Da dove inizia questo percorso?

 

Lascia un commento

Richiedi preventivoCall Now Button