Devi traslocare? Sei nel posto giusto!

Richiedi un preventivo personalizzato a professionisti del settore

Come pulire casa dopo un trasloco

Pulire casa dopo un trasloco è una vera impresa. Ma soprattutto è un passaggio indispensabile perché non puoi riprendere la vita quotidiana senza un’attenzione in più all’igiene della nuova dimora. C’è da dire, però, che non sempre tutto questo può essere organizzato facilmente. Un po’ perché dopo il trasloco c’è grande confusione in casa. Poi i dubbi ti assalgono in continuazione.

Pulire casa dopo un trasloco

Quando conviene pulire la nuova abitazione? Quali sono i momenti giusti per occuparsi delle faccende domestiche in un appartamento nel quale mi trasferisco? Ecco cosa devi sapere per pulire casa dopo il trasloco. E ricominciare la vita di tutti i giorni con serenità.

Procurati subito tutto il necessario

Vuoi iniziare senza intoppi la tua avventura per pulire casa dopo il trasloco? Segna sulla checklist di fare un buon acquisto prima di iniziare le operazioni. Di sicuro avrai bisogno di detersivo per pavimenti e superfici igieniche come quelle del bagno, poi è importante avere un anti-calcare e un prodotto per l’acciaio inox della cucina. Non mancheranno spugnette, scopa, aspirapolvere e tutto il resto.

Da leggere: smontaggio armadio durante il trasloco

Fare le pulizie prima del trasporto

Ecco il vero trucco per pulire bene la tua nuova dimora: devi fare gran parte delle attività prima di trasferirti. Vale a dire quando le stanze sono ancora vuote e non presentano mobili, armadi, letti e altri elementi ingombranti. Questa è l’occasione buona per trattare vetri delle finestre, battiscopa, pavimenti, bordi del soffitto, canne fumarie, lampadari e ciò che accumula polvere, sporco, fuliggine.

Nel momento in cui hai montato i mobili sarà difficile pulire in profondità. Quindi conviene fare il lavoro più importante quando ancora non hai portato gli oggetti più voluminosi e che coprono intere aree del pavimento. Ad esempio un paio di giorni prima di iniziare le operazioni puoi pulire a fondo le mattonelle o il parquet, magari con strumenti professionali e lucidatrici. Obiettivo?

Preparare la tua nuova casa per il montaggio degli arredi. Lo stesso discorso vale per eventuali cantine, soffitte e garage. In questa fase devi creare i presupposti per detergere tutto quello che non potrai trattare ogni giorno nel momento in cui inizierà il tran tran quotidiano.

Preparati a creare meno sporco

Una parte di ciò che dovrai pulire dopo il trasloco dipende da cosa usi per imballare e organizzare la merce che hai deciso di trasferire. Punto principale: elimina gli elementi che non servono prima di iniziare il trasloco. Questo passaggio può essere fatto tranquillamente con un servizio di smaltimento mobili prima di muovere il primo pacco dalla vecchia casa. Poi ricorda le buone regole per l’imballaggio:

  • Sfrutta meno scatole possibili, razionalizzando gli imballaggi.
  • Usa lo stesso principio per pluriball, chips di polistirolo e nastro.
  • Organizza un sistema di riciclo del materiale utilizzato.

Quando apri i pacchi usati per portare da una casa all’altra abiti, piatti, bicchieri e tutto quello che ti serve assicurati di aver già definito un piano per smaltimento cartone, plastica e indifferenziato. Creando dei sacchi da consegnare rapidamente al riciclo del materiale.

Crea un ciclo virtuoso per il montaggio

Questo è il nucleo del processo che ti porta a pulire casa rapidamente dopo un trasloco. Hai già fatto gran parte delle pulizie importanti prima di iniziare l’opera, e questo di avvantaggia nel momento in cui hai fatto dei lavori di restauro importanti. Ma come si procede? Con un meccanismo virtuoso che ti suggerisce di lasciare mobili e oggetti ancora imballati nelle rispettive stanze. Per poi:

  • Montare prima gli elementi più importanti sulle aree già pulite.
  • Passare straccio e detersivo sugli arredi appena assemblati.
  • Aprire i pacchi con gli oggetti che si trovano nella stanza.
  • Pulire ciò che dovrà essere messo sopra e dentro i mobili.

In questo modo termini le stanze lucidando a fondo ogni elemento. Puoi lavorare in contemporanea in più aree, ma il suggerimento è quello di seguire il processo senza perdere di vista i singoli passaggi. Pulire casa dopo un trasloco vuol dire anche seguire le regole.

Attenzione a bagno, cantine e cucina

Sono aree non semplici da organizzare neanche dal punto di vista delle pulizie. Il bagno, ad esempio, deve essere trattato con la massima attenzione possibile con un passaggio in profondità su tutte le ceramiche. Lo stesso vale per la cucina: deve essere igienizzata a fondo. Nessuno vuole entrare in una casa nuova e dover pulire, senza risparmiarti, il luogo in cui dovrà preparare il pranzo e la cena.

pulire casa

Per questo suggerisco, dopo aver concluso le operazioni citate, di fare un lavoro generale di pulizia degli ambienti. Soprattutto di quelli che hanno particolari esigenze (bagno e cucina) ma anche nelle aree che non verranno visitate ogni giorno come cantine e soffitte.

Da leggere: disfare gli scatoloni per l’imballaggio

Un aiuto per pulire casa dopo un trasloco

Vuoi fare da solo? No, per riassestare la tua dimora in seguito a un trasferimento hai bisogno di una mano. Puoi chiedere a parenti e amici di contribuire, oppure hai la possibilità di coinvolgere un’impresa di pulizie se hai grandi spazi da sistemare. Trasferirsi in una casa più grande non è sempre facile in questi momenti. Ma superata la fase critica diventa più semplice.

Per semplificare il lavoro può essere utile avere un deposito mobili. In questo modo puoi terminare le operazioni in calma e lasciare gli oggetti più ingombranti in un luogo sicuro e senza impegni incombenti. E con il servizio taxi self storage puoi ricevere gli oggetti a casa.

Lascia un commento

Richiedi preventivoCall Now Button