Devi traslocare? Sei nel posto giusto!

Richiedi un preventivo personalizzato a professionisti del settore

Regole per un trasloco a regola d’arte

regole per un trasloco efficiente

Prepararsi a traslocare

Affrontare un trasloco è eccitante perché si inizia un capitolo nuovo in un ambiente diverso, in una casa nuova. L’inizio dell’avventura, però, coincide con il trasferimento dei mobili e degli oggetti dall’abitazione che stai lasciando all’immobile scelto per la prossima destinazione. I traslochi richiedono cura, attenzione e soprattutto pianificazione. Non ti devi preoccupare e neppure spaventare, ma è bene che tu possa programmare nei dettagli ogni singola azione e soprattutto è opportuno dedicare il tempo necessario.

Solitamente ci vogliono almeno due o tre mesi per poter compiere ogni passo nel modo corretto, cioè evitando di perdere qualche oggetto oppure di portarti dietro ciò che non serve. Dovrai, a questo proposito, essere lungimirante, così farai una selezione di oggetti e mobili, eliminando ciò che non ti servirà.

Anche se ti trasferisci in un ambiente più spazioso, ci sono complementi d’arredo usurati, vetusti e inutili di cui ti puoi liberare. Grazie a qualche consiglio potrai essere più efficace ed efficiente nella preparazione del trasloco.

1. Fai pulizia, eliminando tutto ciò che non serve più. Dovrai passare in rassegna ogni oggetto e decidere se portarlo con te nella nuova abitazione oppure no. Le ragioni per compiere questa azione sono solitamente dovute alla mancanza di spazio nell’immobile di destinazione, ad una convivenza che ti porta a usare oggetti migliori posseduti dall’altra persona oppure allo stato degli oggetti. Per facilitarti il compito puoi applicare qualche piccolo accorgimento:
– misura la casa nuova per verificare che mobili e complementi possano trovare spazio;
– se tra gli oggetti a cui devi rinunciare c’è qualcosa non più utile ma in buono stato, vendilo usando piattaforme online, così potrai recuperare anche del denaro;
– se c’è qualcosa di ingombrante da buttare, verifica le opportunità dello smaltimento mobili attraverso l’azienda incaricata del trasloco oppure contatta la nettezza urbana perché ritirino al tuo domicilio mobili e materassi usati;
– i libri che non servono più, invece, donali a qualche amico oppure organizza una festa prima di lasciare la casa e metti a disposizione i testi, magari i tuoi amici sono interessati e potrebbero prenderli. In alternativa li puoi sempre vendere a un negozio di libri usati;
– il cibo è meglio consumarlo, quindi organizzati nelle settimane precedenti al trasferimento, magari invita qualche amico a cena.

2. Prepara le scatole in cui riporre libri, vestiti, biancheria e oggetti. Cerca di farlo un po’ alla volta pianificando il tempo da dedicare. Ci vorrà qualche settimana. Tieni presente qualche consiglio:
– prendi scatole nei supermercati e negozi, così non dovrai pagarli, ma selezionale, perché devono essere in buono stato e non devono essere molto grandi. Prendine in quantità, perché ti accorgerai che non bastano mai;
– apponi qualche etichetta per contrassegnare gli scatoloni, così saprai cosa contengono e quali sono le stanze di destinazione nella nuova casa;
– tutto ciò che serve nella vita quotidiana riponilo in uno o più scatoloni da tenere a portata di mano, così nella casa nuova saprai dove reperire il necessario senza dover aprire tutte le scatole;
– tieni i documenti utili al trasloco in un posto in cui non vadano persi e confusi con altre carte;
– usa una stanza come magazzino per riporre tutte le scatole pronte per il trasloco.

3. Assicurati che gli allacciamenti nella nuova casa siano stati completati per non rimanere senza corrente o acqua.

Il trasloco fai da te: come fare?

Se decidi di trasferire mobili e oggetti in autonomia, fai attenzione a programmare al meglio i vari passaggi, organizzando il trasporto con grande anticipo e magari interpellando qualche amico che ti possa dare una mano a portare gli scatoloni.

1. Prendi un furgone a noleggio: prenota con un certo anticipo così da trovare la disponibilità del mezzo che ti serve e buone tariffe. Prima di scegliere l’agenzia e il veicolo, confronta i prezzi tra le varie agenzie di autonoleggio e verifica il tipo di veicoli proposti. Informati sui periodi in cui i furgoni sono più richiesti, così da evitare l’eccessiva domanda, solitamente causa di mancata disponibilità dei mezzi e dell’aumento dei costi.

2. Ottimizza i tempi di utilizzo del furgone: recati a ritirare il veicolo alla mattina del giorno in cui vuoi effettuare il trasloco, così da sfruttare ogni minuto, arrivando alla sede del noleggiatore in anticipo, così non dovrai attendere in coda ad altri clienti.

3. Con una pianificazione precisa non avrai problemi a caricare mobili e scatole sul furgone, saprai con quale ordine procedere per essere facilitato nella nuova abitazione. Per evitare di rompere mobili e oggetti durante il trasloco fai da te, meglio prendere alcune precauzioni:

  • chiedi aiuto a qualche amico, perché per caricare e scaricare i mobili bisogna essere almeno in due, ma se hai qualcosa di pesante e ingombrante, potrebbe essere necessario essere in quattro;
  • smonta mobili e lampade, così saranno più leggeri e soprattutto metterai al sicuro le parti più delicate;
  • gli elementi dei mobili vanno imballati e riposti in scatoloni ben contrassegnati, così come è opportuno contrassegnare applicando fogli con scotch di carta per sapere l’esatta posizione in cui vanno rimontati;
  • avvolgi ogni oggetto con carta da imballaggio e usa il nastro per fissare ogni pacco;
  • posiziona mobili, scatole e oggetti in modo che siano saldi, utilizzando eventualmente del nastro adesivo per fissarli;
  • ciò che ha un peso superiore va caricato sul furgone prima degli altri oggetti, elettrodomestici compresi, mettendoli più vicini alla cabina;
  • gli scatoloni vanno messi vicini tra loro, quasi come se si dovesse costruire un muro. Lo schema da utilizzare deve essere a T, perché aiuta a mantenere la stabilità del carico;
  • il secondo criterio, dopo il peso, è la lunghezza, quindi dopo aver inserito i colli pesanti, passa a quelli lunghi;
  • infine si può caricare il resto, ma la suddivisione per peso va sempre rispettata, tenendo conto che è utile incastrare mobili e scatole, ma senza esagerare, perché gli spazi fanno cadere più facilmente gli oggetti, ma se si fa troppa pressione si rischia di danneggiare il contenuto delle scatole;
  • se il furgone ha una rampa, usa il carrello e caricalo per ultimo, così lo potrai facilmente riprendere all’arrivo a destinazione.

4. Guida con calma, usa la massima prudenza per salvaguardare il carico.

5. Scarica mobili e scatole facendo attenzione e portandoli nella stanza in cui sono destinati, accatastandoli in una precisa parte della camera, così sarà più facile sistemarli.

6. Restituisci il furgone al noleggiatore entro la data e l’orario prestabiliti.
Il trasloco fai da te può farti risparmiare, ma le imprese di traslochi sono assicurate per eventuali rotture e perdite, potrebbe convenire affidarsi a professionisti.

Il trasloco economico a Roma: seleziona l’impresa giusta

Trasferire mobili e scatoloni nella nuova casa è un impegno importante, ma soprattutto può riservare alcune brutte sorprese. Potrebbe verificarsi qualche piccolo incidente dannoso per mobilio e oggetti, senza potervi porre rimedio. Contattare un’impresa di traslochi non vuol dire necessariamente dover sostenere costi elevati. Soprattutto perché i professionisti hanno esperienza e sono assicurati, in modo da risarcire eventuali danni occorsi a quanto trasportato. Come devi procedere per trovare il traslocatore più adatto alle tue esigenze? Ecco alcuni consigli utili preparati dagli esperti dal settore.

1. Cerca la ditta approfondendo le offerte che trovi, non fermarti mai alla prima pubblicità, verifica il sito internet dell’impresa, cerca referenze, se puoi controlla la sua iscrizione presso la Camera di Commercio e contatta l’ufficio per farti fare un preventivo. Chiedi alla ditta di inviare un loro addetto per fare un sopralluogo, così si può rendere conto del lavoro da fare e redigere un preventivo di spesa più preciso. Devi essere sicuro che l’impresa contattata si occupi dell’incarico ricevuto senza affidarlo a terzi. La scelta deve cadere su un’azienda che deve essere sul mercato da almeno una decina d’anni, così da garantire l’esperienza. Accertati inoltre delle coperture assicurative, normalmente menzionate nel preventivo. Se non dovessero essere indicate, domanda direttamente di conoscere informazioni sulle polizze in essere e sui risarcimenti in caso di danni e smarrimenti.

2. Scegli la data tenendo presente che ci sono periodi, come l’estate, in cui c’è meno richiesta e quindi si possono ottenere sconti sulle tariffe.

3. Durante il trasloco sii presente e viaggia con gli operai, senza essere assillante, ma piuttosto cortese e pronto a dire una parola buona per motivarli.

Le caratteristiche della ditta di traslochi

Per aiutarti a scegliere meglio, i professionisti hanno indicato quali sono gli elementi che una ditta di traslochi seria offre.

1. Le coperture assicurative sono un obbligo di legge, ma ci sono ulteriori garanzie opzionali, ovvero estensioni che permettono di maggiori garanzie in ogni fase del trasloco.

2. Gli addetti sono formati per eseguire tutte le operazioni con la massima cura e sono in grado di gestire qualsiasi tipo di mobile, elettrodomestico e oggetto, a prescindere dal peso e dall’imgombro.

3. Il cliente riceve assistenza in ogni momento del trasferimento del contenuto dell’immobile e il personale verifica la tua soddisfazione a trasloco avvenuto.

4. Il preventivo, il contratto e gli accordi sono chiari e trasparenti, così da conoscere con esattezza ogni aspetto dell’incarico.

5. La puntualità è una delle caratteristiche principali, perché ti permette di avere il personale a disposizione nel giorno e nell’ora per cui hai richiesto il servizio.

6. La riservatezza è un obbligo per l’azienda e per il suo personale, quindi non potranno divulgare informazioni sul tuo trasferimento e sugli oggetti trasportati.

7. I mezzi e le attrezzatura sono adeguati al tipo di mobilio e di oggetti da trasportare. Materiali fragili, equipaggiamenti scientifici e opere di valore sono messi nelle condizioni di viaggiare protetti.

Se vuoi trovare un’impresa che ti offra un trasloco economico a Roma devi mettere il prezzo in relazione ai servizi offerti, considerando che oltre all’assicurazione a salvaguardia di mobili e oggetti, avrai qualcuno pronto ad occuparsi del lavoro al posto tuo. L’esperienza degli addetti permetterà anche di velocizzare il trasloco.

Regole per un trasloco a regola d’arte
5 (100%) 78 vote[s]

Lascia un commento

Richiedi preventivo