Devi traslocare? Sei nel posto giusto!

Richiedi un preventivo personalizzato a professionisti del settore

Superare la stanchezza dopo il trasloco con 5 rapidi passaggi

Questo è uno dei punti imprescindibili che bisogna affrontare per concludere al meglio un lavoro di trasferimento. Come superare la stanchezza del trasloco? Dipende, ci possono essere strade differenti da seguire e mettere in pratica per ottenere buoni risultati. Ma un punto deve essere chiarito in questa sede: è necessario fare qualcosa per rimettersi in carreggiata dopo lo stress.

Come superare la stanchezza del trasloco

Perché questo è il trasloco per molte persone: una fase della propria vita che porta tensioni e instabilità. Se ti affidi a un’azienda professionale e specializzata in traslochi puoi affidare ad altre persone la parte più dura e impegnativa, soprattutto quando devi usare elevatori idraulici per raggiungere i piani più alti. Poi? Il tuo lavoro non è da meno, ecco come superare la relativa stanchezza.

Lavora bene prima del trasloco

Questo è un punto che deve essere ben chiaro subito: se vuoi superare la grande stanchezza del trasloco senza indugi devi organizzare prima ancora di iniziare. Crea un piano utile per chiudere e spostare i cartoni chiusi in modo da trovarli nella camera giusta, scrivi sempre sui fianchi dove devono essere scaricati ed evita che si rompa la merce con il giusto imballaggio.

Maggiori saranno le attenzioni nel preparare colli sicuri, minore è il tempo che dovrai dedicare a pulire cocci e residui di oggetti rotti. Quindi assicurati di acquistare pluriball e chips di polistirolo a sufficienza per avere sotto controllo ogni singolo passaggio.

Da leggere: cosa fare dopo il trasloco?

Concediti una pausa mentale e fisica

Nella fase successiva al trasloco, quando tutto è stato consegnato, vuoi rimettere gli oggetti al proprio posto. Ovviamente valutando gli equilibri della nuova casa, seguendo quello che è uno schema definito prima ancora di iniziare il trasloco. Questa è una scelta saggia ma valuta l’idea di fermarti per qualche ora, non devi sistemare subito. Questo sia per una questione fisica che mentale.

Non è sempre facile accettare il fatto che ci sia stato un trasferimento della propria vita privata e che la vecchia casa ha lasciato spazio alla nuova. Limitare lo stress di un trasloco vuol dire prendersi cura della propria condizione fisica e valutare anche le emozioni.

Non essere troppo esigente con te

Spesso il problema dello stress da trasloco si supera lavorando sulle aspettative e le esigenze. Magari pensi di organizzare casa nuova in poco tempo e rimettere ordine senza perdere giorni preziosi. Ma in particolar modo vuoi prendere confidenza con gli spazi immediatamente. Però se vuoi ridurre lo stress e superare la stanchezza da trasloco consiglio di essere indulgente nei tuoi confronti.

Lo stesso vale per chi ti circonda, le persone che dovrebbero aiutarti a sistemare. Rimettersi subito in carreggiata è importante ma non essere troppo rigido: a volte ci vuole tempo per prendere confidenza con i nuovi spazi. E per organizzarli in modo virtuoso.

Le sane abitudini durante il trasloco

Proprio in questa fase della tua vita devi evitare ciò che potrebbe accumulare ulteriore stress alle tue giornate. Metti da parte ciò che porta stanchezza, rinuncia a qualche lavoro per evitare sovraccarico di stress e assicurati di dormire 8 ore a notte. Con un regime alimentare sano – due litri di acqua al giorno, pochi zuccheri e fritture – tutto questo diventa un punto di forza.

Investi sulla bellezza e sul piacere

Riposare, dormire bene, puntare su abitudini rilassanti, scegliere un’alimentazione di qualità, idratarsi. Potrebbe essere questo un percorso basato sulla bontà della vita da seguire in un periodo stressante come il trasloco. Ma spesso non è sufficiente, non sempre. Ecco perché l’esercizio più importante in questi casi è quello che ti consente di concentrare risorse sui dati positivi.

Proprio così: guarda la tua nuova casa e pensa ai vantaggi che hai ottenuto da questa soluzione, da quanto sia interessante e vantaggioso trasferirsi in una casa più grande. O magari in una più piccola ma finalmente in una zona che ti piace e che hai ambito.

Goditi la nuova dimora senza fretta

Questa può essere una soluzione definitiva per riprendere in mano la situazione: stacca e definisci un tempo in cui puoi ignorare gli impegni privati e gli appuntamenti di lavoro. Elimina fonti di stress e fai qualcosa di utile per la tua vita privata, ovvero: goditi la nuova casa. Questa è la soluzione ideale, hai lavorato tanto per avere tutto in ordine ed è giusto premiare il tuo impegno.

Questo può essere un punto decisivo per superare la stanchezza da trasloco. Però devi assicurarti che ci sia la collaborazione di chi condivide gli spazi con te, devi essere complice dei tuoi parenti e dei figli in modo da attivare insieme delle attività per goderti la casa.

Da leggere: come pulire le stanze dopo il trasloco

L’ultimo consiglio per il tuo trasloco

Lasciati aiutare, sia nella fase di riorganizzazione della casa che nel passaggio vero e proprio. Nel primo step puoi chiedere ad amici e parenti di darti una mano mentre per il secondo c’è un’unica soluzione da valutare: quella di prenotare un servizio di trasloco all inclusive per assicurarti che ogni passaggio venga eseguito con la massima professionalità possibile. Vuoi approfondire?

Lascia un commento

Richiedi preventivoCall Now Button