Devi traslocare? Sei nel posto giusto!

Richiedi un preventivo personalizzato a professionisti del settore

Trasloco senza autorizzazione: quali problemi sussistono?

Questo è uno dei punti più difficili da affrontare: il trasloco senza autorizzazione. Questo significa muoversi e affrontare il percorso di trasferimento con automezzi, furgoni, scale idrauliche e pedane senza chiedere i permessi necessari alle autorità competenti. Ben inteso, ogni trasloco è diverso dal precedente e dal successivo. Questo significa che non esistono permessi e autorizzazioni valide per tutti.

trasloco senza autorizzazione

Ma in ogni caso, prima di muovere i primi passi per spostare tutto ciò che deve andare nella nuova casa, si dovrebbe fare un’analisi chiara delle necessità burocratiche. Il rischio è quello di ritrovarsi con una brutta multa da pagare e magari con le autorità che bloccano i lavori. Questo solo nei casi più gravi, è vero, ma è sempre meglio evitare traslochi senza autorizzazioni. Vuoi approfondire l’argomento?

Autorizzazione per zona a traffico limitato (ZTL)

Il primo caso di trasloco senza autorizzazione riguarda il passaggio degli automezzi in un’area in cui non è possibile muoversi se non sei residente o se, appunto, non hai un permesso specifico. Questa situazione capita spesso a chi si occupa di traslochi a Roma.

Prendi, per esempio, un trasferimento di abitazione a Roma Centro Storico: è un’intera zona ZTL. Questo significa che un trasloco senza autorizzazione rischia di ritrovarsi in tempi rapidi con una serie di multe da pagare. Ecco perché bisogna prima consultare la mappa ufficiale dove puoi trovare tutti i perimetri da non oltrepassare senza le carte in regola e i permessi a norma di legge.

mappa ztl trasloco senza permesso

In rosso le aree in ZTL di Roma.

Devi capire qual è l’area interessata dalla Zona a traffico limitato. Poi bisogna inoltrare la domanda alla società competente. Nel caso di Roma abbiamo questo portale che ci aiuta: romamobilita.it. La richiesta va inoltrata e bisogna aspettare l’esito per evitare contrattempi.

Da leggere: quali sono i vantaggi del piccolo trasloco?

Trasloco senza autorizzazione di occupazione

Il suolo pubblico non può essere occupato senza chiedere una determinata autorizzazione. E sai bene – o comunque puoi immaginare – che un trasloco senza autorizzazione rischia di trasformarsi in un problema difficile da affrontare. Perché per concludere le operazioni hai bisogno di spazio pubblico. Devi, ad esempio, posizionare le pedane idrauliche che servono a movimentare i mobili.

Questo riguarda sia la partenza che l’arrivo nella nuova casa. Ecco perché non puoi procedere senza una buona valutazione delle autorizzazioni necessarie per occupare il suolo pubblico per un determinato numero di ore. Considerando anche eventuali necessità del terreno perché per effettuare questi lavori bisogna considerare sempre la possibilità di operare in totale sicurezza. Anche in questo caso la soluzione passa dalla macchina burocratica. Il comune di Roma (sito web ufficiale) sottolinea questo:

“I cittadini e/o enti privati che devono eseguire dei lavori che comportano una occupazione di suolo pubblico di varia natura (ad esempio: lavori edilizi, traslochi, potatura alberi, scavi) devono chiedere al Municipio di riferimento la concessione temporanea.

Quindi, come puoi ben capire c’è un iter burocratico ben preciso da seguire se vuoi occupare il suolo pubblico e questa opzione riguarda, nello specifico, anche il lavoro da svolgere con il trasferimento. Quindi un trasloco senza autorizzazione è da evitare.

Trasloco senza autorizzazione del condominio

Altro aspetto importante per muovere i passi necessari a un trasloco senza stress: il permesso dei vari condomini, quello di partenza e di arrivo. Bisogna fare attenzione a questi dettagli, in questo modo eviti spiacevoli ritardi e rifiuti non necessari.

Serve una comunicazione all’amministratore per chiedere, eventualmente, disponibilità di spazi e aree comuni per parcheggiare furgoni, scale idrauliche e pedane per muovere i mobili. Il consiglio è chiaro: non procedere per il trasloco senza il permesso del condominio. In realtà non c’è bisogno di grande impegno, basta inviare al responsabile una lettera con un prestampato chiaro, con tutte le informazioni.

Da leggere: quale trasloco scegliere a Roma?

Chi mi aiuta in questo percorso di permessi?

Quali sono i dettagli di un trasloco a Roma che fanno la differenza? Uno è sicuramente il supporto necessario per ottenere tutti i permessi utili al trasloco. Muovere i passi in questo settore non è facile, ecco perché un trasloco fai da te senza il supporto di un’azienda specializzata può diventare un nodo difficile da sciogliere.  Vuoi fare il preventivo di un trasloco conveniente ma sempre affidabile?

Lascia un commento

Richiedi preventivoCall Now Button