Devi traslocare? Sei nel posto giusto!

Richiedi un preventivo personalizzato a professionisti del settore

Cambio residenza dopo trasloco, cosa sapere?

Il cambio residenza dopo trasloco è, da sempre, un passaggio decisivo per portare a termine questa rivoluzione della tua esistenza. Hai deciso di cambiare casa e, quindi, anche il domicilio adesso è differente. A volte traslocare può essere faticoso anche dal punto di vista psicologico ma, nella maggior parte dei casi, se ti affidi a un’azienda specializzata puoi ridurre al minimo le difficoltà tecniche.

cambio residenza dopo trasloco

E magari anche di provocare qualche danno a cose e persone. Purtroppo ci sono dei passaggi del processo che non possono essere demandati all’azienda del trasferimento: parliamo del cambio residenza dopo trasloco. Come procedere? Ecco cosa devi sapere.

Comunicazione per chi è in affitto

Se hai casa in un appartamento affittato, devi mandare una comunicazione al proprietario. Deve essere un passaggio da fare con un preavviso dovuto secondo il contratto che hai firmato. In ogni caso, secondo la Legge n. 431/98 devi seguire un iter ben chiaro,

Comunicando la propria intenzione con lettera raccomandata da inviare all’altra parte almeno 6 mesi prima della scadenza. La parte interpellata deve rispondere a mezzo lettera raccomandata entro 60 giorni dalla data di ricezione della raccomandata di cui al secondo periodo.

In sintesi, c’è un rapporto epistolare attraverso raccomandata che ti consente di comunicare all’utente che ti ha fittato il locale la tua intenzione. Questo è uno step fondamentale per evitare contraccolpi legali e poter lasciare la casa con cambio residenza dopo trasloco.

Da leggere: cosa comporta un trasloco

Cambio di residenza al comune

Arriviamo al dunque: come fare cambio residenza dopo trasloco. Chi devi avvisare in questi casi? In passato c’era un iter piuttosto lungo da seguire nel comune di residenza. Oggi si può puntare su un comodo servizio di cambio residenza online. Come si attiva il percorso?

Semplice, basta andare su anagrafenazionale.interno.it e segnarsi con lo SPID o la carta d’identità elettronica. Il concetto è chiaro: dal 27 aprile 2022 tutti i cittadini italiani possono fare domanda online per il cambio di residenza o di dimora da un comune all’altro. Basta:

  • Andare sul sito web
  • Inserire le credenziali.
  • Vai nella sezione residenza.
  • Clicca su registra una dichiarazione.

Pochi passaggi e invii la domanda al comune che la gestisce in autonomia. Puoi fare domanda per tutta la famiglia ma ogni componente maggiorenne deve effettuare l’accesso con il proprio SPID. In ogni caso hai la guida ufficiale e dettagliata su PDF.

Tassa sulla spazzatura e tessera elettorale

In ogni caso se questo processo digitale non è nelle tue corde puoi sempre procedere andando negli uffici del comune. Dove puoi sistemare altri dettagli del cambio residenza dopo trasloco. Ad esempio? Ricorda di comunicare alle anagrafe la necessità di una nuova tessera elettorale. Se poi ti trasferisci in un altro comune devi sempre indicare i nuovi estremi per la tassa sulla spazzatura che ricevi.

Tempi e obbligo del cambio di residenza

Dal punto di vista legale, una volta effettuato il cambio casa devo per forza modificare e aggiornare la residenza? Sì ma solo se parliamo di un trasferimento definitivo. Si tratta di un problema se comunichi un indirizzo errato o non lo aggiorni in modo da renderti irreperibile.

La legge è chiara su questo punto: non c’è bisogno di comunicare cambio di residenza per pochi giorni o anche alcuni mesi. Si procede quando la nuova casa è quella definitiva, quindi tendenzialmente il cambio di residenza online si fa durante o subito dopo il trasloco.

Attenzione alle utenze della casa

Nel cambio residenza dopo trasloco devi sempre valutare con estrema attenzione tutti i passaggi relativi al trasloco delle utenze. Vale a dire acqua, luce e gas. Ma anche telefono e internet. Prima di completare il trasloco devi sempre avere queste certezze. A nessuno fa piacere entrare in una casa nuova e non avere acqua calda, riscaldamenti, condizionatore e altre comodità indispensabili.

Da leggere: come fare imballaggio di un trasloco fai da te

Dubbi sul cambio residenza dopo trasloco?

Noi possiamo aiutarti in questo modo: liberando il più possibile la tua attenzione dagli impegni materiali. Con un trasloco all inclusive, coperto sia per responsabilità e indennizzo, hai tutto quello che ti serve per sfruttare al meglio la professionalità dei nostri tecnici. Ma anche degli automezzi e delle scale idrauliche necessarie per trasportare carichi pesanti. Vuoi maggiori informazioni?

Lascia un commento

Richiedi preventivoCall Now Button