Devi traslocare? Sei nel posto giusto!

Richiedi un preventivo personalizzato a professionisti del settore

Traslocare sotto la piaggia: come fare?

Come fare un trasloco quando piove? Prima bisogna prendere atto del fatto che può capitare, soprattutto se si organizzano lavori del genere nei mesi invernali. Anzi, in questi casi potrebbe andare anche peggio se si opera in regioni particolarmente fredde.

Come fare un trasloco quando piove?

Un trasloco bagnato dalla pioggia, per quanto sia un’eventualità calcolabile, diventa sempre un problema. Perché le operazioni diventano complesse, i rischi aumentano, c’è il dramma di chi (giustamente) non vuol far bagnare scatole, imballaggi e cartoni.

O magari mobili e altri oggetti dell’arredamento della tua casa. Un buon imballaggio è il punto di partenza per tutelarti dagli agenti atmosferici avversi. Hai imballato la merce e acquistato scatole di cartone per il trasloco di qualità? Perfetto questi sono i punti di partenza ideali. Ma non basta ciò: come fare un trasloco quando piove? Scopriamolo insieme, continua a leggere l’articolo.

Da leggere: cosa fare il giorno che precede il trasloco

Prima di tutto viene la sicurezza

Ogni attività può essere ponderata. Per questo bisogna sempre considerare cosa ti aspetterà e quali saranno le condizioni meteo durante i giorni del trasloco. Ad esempio si possono valutare le previsioni ed evitare i giorno in cui è prevista una perturbazione certa e insistente nelle tue zone, con obbligo di spostare le date nel momento in cui si palesa un’allerta meteo. Non si scherza in questi casi.

Il motivo di quest’affermazione? Non si tratta solo di evitare la pioggia ma di lavorare in sicurezza per il bene di cose e persone. Quindi il primo passo è questo: monitorare insieme all’azienda che si occupa del trasloco il cambio data in caso di maltempo annunciato.

Preparate tutto il necessario in anticipo

Quando si preannuncia una giornata di tempo incerto per il tuo trasloco conviene sveltirsi e organizzare tutti il giorno prima dell’arrivo degli operai incaricati di portare i pacchi dalla vecchia dimora alla nuova. Di base c’è sempre l’obiettivo di ridurre i tempi, ma se minaccia pioggia devi fare in modo che tutte le operazioni siano agevolate. Cosa vuol dire? Come fare un trasloco quando piove?

  • Preparare le scatole e chiudile ermeticamente.
  • Sistema i teloni di plastica in modo da averli a portata di mano.
  • Butta tutto ciò che non serve.
  • Organizza le scatole vicino a porte e finestre, in ordine.
  • Nomina ogni collo in modo da farle arrivare nella stanza giusta.
  • Acqua, luce, gas: hai già chiuso tutto e staccato i contatori?
  • Avvisa il portiere nella vecchia e della nuova dimora.

Può essere una buona idea chiudere la casa il giorno prima e dormire l’ultima notte da un parente o un amico. In questo modo puoi imballare tutto ciò che deve essere trasferito senza lasciare oggetti ancora nelle rispettive stanze. Per risparmiare tempo puoi anche pensare a un deposito esterno per iniziare a trasferire la maggior parte della merce e lasciare in casa solo il necessario.

Riduci frizioni e operazioni complicate

Spostare mobili e scatole con la pioggia diventa ancora più difficile quando le aree da affrontare sono scomode, complesse, pericolose già normalmente e in situazioni normali. Penso al trasloco di depositi e soffitte. In questi casi si cerca di anticipare di qualche giorno e svuotare le cantine per lasciare la merce nei suddetti depositi. In modo da non doversi occupare di questi spazi il giorno del trasloco.

Lo stesso si può fare quando ci sono dei mobili impegnativi da trasportare. Pensa a quest’eventualità: devi fare il trasloco di un pianoforte ma già sai che c’è pioggia in arrivo il giorno del trasferimento. Perché non anticipare e portarlo in deposito? In questo modo puoi recuperarlo quando desideri e concentrare le tue attenzioni a trasferire i pacchi principali e i mobili di uso quotidiano.

Per ottenere un risultato del genere, e diminuire i tempi del trasloco, devi fare in modo che ci sia un buon servizio di smaltimento mobili al tuo fianco. Solo così puoi eliminare in tempi rapidi ciò che viene lasciato nella vecchia casa per essere portato in discarica. Non puoi occuparti personalmente anche di ciò che non ti seguirà nella nuova abitazione. Soprattutto se il temporale è in arrivo.

Coprire le scatole con la plastica

Scegliere gli imballaggi per il trasloco vuol dire anche preoccuparsi di proteggere la merce nel momento in cui ci siano dei problemi. Come ad esempio fare un trasloco quando piove. Quindi devi acquistare, oltre al pluriball e alla gommapiuma, dei teli di plastica per avvolgere le scatole di cartone e creare una copertura di sicurezza all’esterno. Perché non conviene proteggere la merce imballata?

scatole di cartone

Come fare un trasloco quando piove?

Se avvolgi i panni e i libri dentro la scatola salvi il contenuto ma il contenitore assorbirà la pioggia e l’acqua minerà la struttura del box. In poche parole, il cartone diventerà una poltiglia inutilizzabile. Quindi conviene sempre proteggere l’intera scatola con un telo impermeabile. Per quanto possa essere adeguata una struttura a doppia onda per il cartone, solo così puoi evitare i danni della pioggia.

Da leggere: scegliere le scatole di cartone per un trasloco

Come fare un trasloco quando piove?

Ci sono delle difficoltà extra rispetto a un processo che si svolge durante una bella giornata di primavera. Ma anche fare un trasloco d’estate, quando fa molto caldo, può avere degli svantaggi infiniti. Quindi è giusto affrontare l’imprevisto e magari prevenire evitando le giornate peggiori. Anche cambiando i programmi. La sicurezza è sempre la bussola che indica la strada da seguire, non credi?

Traslocare sotto la piaggia: come fare?
Valutazione

Lascia un commento

Richiedi preventivo