Devi traslocare? Sei nel posto giusto!

Richiedi un preventivo personalizzato a professionisti del settore

Programmare un trasloco senza stress

Hai già deciso di cambiare casa o ufficio, ma adesso devi passare allo step più difficile di tutti: come programmare un trasloco a prova d’imprevisto? Puoi svolgere ogni singola azione senza incrociare il problema inaspettato o la perdita di tempo che rovina tutti i piani?

come programmare un trasloco

Come programmare un trasloco

Ti sembrerà strano ma tutto questo ha una risposta positiva. O meglio, il trasloco può avere un esito felice con un’organizzazione capillare. Studiata nei minimi dettagli. Se lasci che, invece, tutto si basi sull’improvvisazione e l’inaspettato allora c’è qualche rischio. Perché si tratta sempre di un’operazione delicata, che implica il susseguirsi di attività complesse. Delicate.

Chiaro, se decidi di organizzare un trasloco fai da te al 100% tutto questo si amplifica. Se hai una buona azienda come supporto, in grado di aiutarti nei passaggi salienti, ogni passo diventa più facile. Resta da suggerire, però, qualche step. Come programmare un trasloco?

Da leggere: fare un trasloco con i bambini

Scegli il momento migliore per tutti

Che sia il trasferimento di una casa o un ufficio, questo consiglio è sempre valido. Se tu hai le carte in mano per decidere come e quando fare il trasloco non devi mai essere autoritario. Anzi, parlane con tutti i soggetti coinvolti e condividi le tue idee e decisioni.

Quando vuoi fare il trasloco? In che modo? Con quale criterio? Metti sul tavolo la tua opinione e lascia che siano gli altri a lasciare buone idee. Il discorso può essere affrontato durante una cena, a tavola, o in una riunione con i soci. Senza dimenticare i dipendenti, soprattutto se l’azienda è piccola le decisioni possono essere condivise con tutti. Ma non dimenticare il punto successivo.

Qual è il periodo dell’anno ideale?

In qualche caso non esiste equilibrio. In altri, invece, è possibile individuare un passaggio interessante. Dove c’è meno lavoro e gli impegni si assottigliano. Pensa, ad esempio, a un trasloco di sede operativa quando tutti sono in ferie e le ordinazioni sono poche.

Può essere un’idea. Così come è interessante fare il trasloco di casa quando parte della famiglia è in vacanza. Quindi può far combaciare il cambiamento di dimora, spesso traumatico, con un momento felice. Insomma, parlarne insieme serve a questo: rispondere al come programmare un trasloco cercando di limitare lo stress fisico ma anche emotivo. Che non è da sottovalutare.

Alla fine hai bisogno di una sintesi

Hai ascoltato tutti e hai deciso di fare una buona attività di controllo, verifica e condivisione delle possibilità. Come programmare un trasloco? Coinvolgendo tutti. Ma quest’operazione porta a un problema ben noto: l’eccesso di opinioni e di opzioni utili.

Ognuno ha un bisogno, una data possibile. E tu non puoi accontentare tutti, così deve essere sacrificato qualcosa o qualcuno. Rimanere nell’indecisione perpetua non ti aiuterà: ascolta ogni opinione ma poi prendi una decisione e fissa una data per il tuo trasloco.

Ora pianifica le operazioni logistiche

L’aspetto decisivo per il tuo lavoro di pianificazione: le date necessarie per attivarsi e compiere tutte le tappe per arrivare alla meta. Il punto essenziale? Muoversi in tempo. Non puoi inscatolare tutto il giorno prima ma stabilire delle tappe operative.

  • Devono essere imballati i beni che non verranno usati a breve tipo i cambi di stagione.
  • Poi passi agli oggetti in vista ma che non usi tutti i giorni, tipo i libri e alcuni abiti.
  • Si passa a tutto ciò che pretende cura per l’inscatolamento come piatti e bicchieri.
  • Smontaggio mobili e imballaggio finale di tutto ciò che può essere fatto all’ultimo.

In questa fase devi ricordare un nodo del lavoro per programmare il trasferimento: lo smaltimento dei mobili vecchi. Non sempre è possibile e necessario portare tutto dalla vecchia alla nuova abitazione. Anzi, spesso è più conveniente buttare gli arredi datati.

organizzare trasloco

Gestisci i tempi del trasloco.

Soprattutto quando sono molto vecchi, o magari vuoi rinnovare casa. Oppure devi organizzare un trasloco internazionale con costi proibitivi per ogni pallet in più. Forse il trasloco arriva a proposito per rinnovare casa, non credi? Questa è l’occasione giusta.

Attenzione ai tempi (usa il deposito)

Spesso l’organizzazione del trasloco deve fare i conti con le dinamiche di vecchi affittuari, lavori di manutenzione e restauro. Ad esempio, devi lasciare casa per scadenza contratto ma la nuova dimora non è ancora pronta. Cosa fai in questi casi? Se organizzi il trasloco con un’azienda puoi affrontare questo passaggio con l’aiuto di un deposito mobili e merce. Di cosa si tratta esattamente?

Il nome di questo servizio tradisce il suo scopo: è un’area deposito pura e semplice, ma attrezzata in modo da rendere lo stoccaggio sicuro e pratico. Hai imballato la merce, la sistemi in quest’area e la riprendi quando serve. Così pianificare le tue operazioni è semplice. Tutto ciò, però, deve essere organizzato in anticipo: conferma i tempi, lavora sempre in modo da anticiparti.

Valuta il post-trasloco: è una fase importante

Non devi solo pianificare le attività da svolgere per traslocare pacchi e mobili: devi sistemare il nuovo spazio. Quindi non ignorare il tempo e le energie necessarie per rimettere in piedi la tua dimora o l’ufficio dopo che hai terminato lo spostamento: organizzare casa a fine trasferimento è un vero lavoro, prendi sul serio tutto ciò che devi fare per ritornare alla vita quotidiana.

Da leggere: le regole d’oro per traslocare senza problemi

Come programmare un trasloco?

A volte basta avere ben chiare le attività collaterali, quelle che si trovano intorno alla tua necessità di cambiare casa o ufficio. Per schedulare un trasferimento devi prima chiederti qual è la condizione ideale per passare da un luogo a un altro senza problemi.

Poi devi organizzarti con gli altri attori coinvolti, prendendo una decisione finale. Che deve essere unica, non puoi accontentare tutti. Sei d’accordo? Vuoi una mano per organizzare il trasloco a Roma? Mandaci un messaggio, risponderemo il prima possibile.

Valutazione

Lascia un commento

Richiedi preventivo