Devi traslocare? Sei nel posto giusto!

Richiedi un preventivo personalizzato a professionisti del settore

Come traslocare con un pianoforte

Questa è una delle domande tipiche di chi deve traslocare e ha paura di rovinare i propri averi: come trasportare un pianoforte da una casa all’altra? Il dubbio diventa, se possibile, più insistente nel momento in cui il punto di partenza o di arrivo si trova ai piani alti di una palazzina. Insomma, muovere uno strumento musicale del genere può sembrare un’impresa. In effetti è così, bisogna fare attenzione.

come trasportare un pianoforte

Il pianoforte è una delle sfide peggiori per chi deve traslocare. Perché spesso ha una forma irregolare, è ingombrante e non si può smontare del tutto. Inoltre è delicato, racchiude un meccanismo che non può essere manomesso e deve rimanere al sicuro da urti, shock e umidità. Si può dire che una volta capito come trasportare un pianoforte sei pronto per il trasloco. Ma da dove iniziare?

Per approfondire: cose da fare prima del trasferimento casa 

I rischi del trasporto pianoforte

Primo step? Valutare cosa stai per fare. Come trasportare un pianoforte se non hai ben presente i problemi che potrebbero nascere? Quali sono i rischi di quest’operazione? In primo luogo rischi di danneggiare le aree del condominio, pavimenti di casa e porte.

Poi c’è la possibilità concreta di rovinare lo strumento stesso, e non solo perché c’è stato un evento drammatico: una cinghia messa male può graffiare il legno in un punto visibile. E questo non è il massimo. Ultima opzione, la peggiore: può farsi male qualcuno.

E non parliamo solo delle persone che si occupano del trasporto. Quindi, prima di iniziare è giusto fare questa premessa: se non hai le competenze necessarie e gli attrezzi per facilitare il trasporto di un pianoforte è meglio evitare il trasloco fai da te.

Quale modello di pianoforte hai?

Operazione concreta: capire qual è il tipo di strumento che devi trasportare. Non tutti i pianoforti sono uguali e la differenza principale è chiara: il modello verticale, quello che si appoggia alla parete e segue l’andamento del muro, è più piccolo e leggero. I modelli più gestibili sono quelli che presentano un peso intorno ai 250 kg e larghezza di 150 cm. Questo è un tipico modello che si trova in casa.

Poi possono esserci quelli a coda, i classici pianoforti da concerto che hanno pesi molto superiori che arrivano a 450 Kg e oltre. Un esempio a caso: Yamaha C3 Studio a coda la una profondità di 186 cm (la parte più ingombrante) e un peso di 320 Kg. Il modello C7X, invece, arriva a 220 cm e a una massa di 415 Kg: in questo caso tutto cambia, anche il tipo di trasloco da attivare.

Difficile affrontare un pianoforte di queste dimensioni in un’abitazione privata, nella maggior parte dei casi si lavora con modelli verticali. Ma a volte questi strumenti sono ereditati e si trovano nelle stanze di casa da anni. Quindi bisogna essere pronti per ogni evenienza.

Hai fatto un sopralluogo per trasloco?

Questa è la fase decisiva per avere tutto in linea con la tua timeline. Prima di iniziare il trasloco di un pianoforte devi capire se ci sono le possibilità per eseguire le manovre. La premessa: se è entrato in casa probabilmente dovrà anche uscire senza essere smontato del tutto, di solito questi strumenti vengono trasportati quasi integri. Al massimo si possono togliere pochi pezzi, le gambe se ci sono.

come traslocare un pianoforte

Come mettere in sicurezza un pianoforte.

Quindi bisogna capire qual è la soluzione migliore per far uscire il blocco principale da casa, quali sono le misure e le procedure ideali per trasportarlo fuori. Il secondo passaggio: prendere le misure delle porte e degli angoli nella nuova casa. Come trasportare un pianoforte se non sei sicuro che possa essere sistemato nella dimora che hai scelto per la tua nuova vita? Quando vai a fare il sopralluogo, indispensabile per tanti altri motivi, assicurati che ci sia lo spazio per introdurre e sistemare questo strumento nella stanza giusta.

Gli strumenti e le precauzioni migliori

Una volta alleggerito il più possibile il pianoforte, senza intervenire sulle meccaniche, si deve imballare il corpo dello strumento con tessuti morbidi e coperture per evitare qualsiasi tipo di frizione e urto. Soprattutto è necessario fare attenzione alle aree di contatto con le cinghie che andranno a bloccare il legno una volta messo su pedane o carrelli. La soluzione più comoda in questi casi?

Raggiungere il furgone con pedana con una base munita di ruote. Non sempre però è possibile, infatti si può prevedere il trasporto a mano. Può sembrare faticoso, e in effetti lo è. Ma chi opera ogni giorno con questi strumenti sa come muoversi.

Per i modelli più leggeri, quando si devono affrontare brevi rampe di scale interne, è previsto un passaggio a mano con l’aiuto di più persone che gestiscono il peso davanti, dietro e nei lati. Se bisogna scendere o salire diversi piani la soluzione, ovviamente, è quella della scala idraulica con pedana. Il tempo si dimezza e il lavoro avviene in totale sicurezza ma non dimentichiamoci le precauzioni:

  • Bisogna indossare scarpe antinfortunistiche.
  • Mai dimenticare i guanti durante il lavoro.
  • Si usano solo le cinghie studiate per il trasporto.
  • Il pianoforte deve essere imballato e in sicurezza.

Ricorda che spesso i pianoforti hanno delle ruote che facilitano gli spostamenti. Quindi, fin dove possibile, puoi muovere il corpo senza smontarlo. Ma ricorda che ti servirà spazio per quest’operazione quindi iniziala dove hai buone possibilità di manovra.

Tutto quello che può essere tolto dal corpo principale viene smontato. In alcuni casi può essere utile il confronto con un esperto di questo strumento in modo da intervenire sulla struttura, e magari sulla meccanica, in totale tranquillità. Anche perché in molte situazioni si può usare uno strumento come quello che vedi nel video: il Pianoplan che ad esempio noi usiamo nei casi specifici.

Da leggere: come scegliere gli imballaggi per il trasloco

Come trasportare un pianoforte

Tutto questo deve essere messo in relazione con un altro aspetto: questo strumento è in legno, un materiale che fa parte della sua struttura tecnica che determina la qualità del suono. Detto in altre parole, deve essere tenuto al riparo da fonti di umidità. Un motivo in più per assicurare quest’operazione – il trasloco di un pianoforte – a una ditta professionale e attenta a ogni dettaglio.

Come traslocare con un pianoforte
Valutazione

Lascia un commento

Richiedi preventivo