Devi traslocare? Sei nel posto giusto!

Richiedi un preventivo personalizzato a professionisti del settore

La lista delle cose da fare per il trasloco

Qual è la lista delle cose da fare per il trasloco? Questo è uno dei grandi dubbi che affligge chi si prepara a un trasferimento di casa e ufficio. Hai bisogno di mettere ordine nelle tue attività, non è facile lasciare da un giorno all’altro senza dimenticare qualcosa.

lista trasloco

In realtà non è proprio così, sarebbe impossibile una condizione del genere. Il trasloco, quando è organizzato in modo professionale, è qualcosa che viene gestito nei mesi. Per questo non si tratta di lasciare la dimora all’improvviso: hai il tempo di organizzare i pacchi, mettere gli oggetti fragili al sicuro, smontare i mobili (compresa la cucina e la camera da letto)e trasferirli nella nuova abitazione.

C’è sempre bisogno di una buona lista delle cose da fare per evitare di ritrovarti in qualche problema, o con una perdita di tempo da affrontare in un momento così delicato. Allora, da dove iniziare? Ecco quello che devi sempre prendere in considerazione.

Da leggere: come sgomberare la cantina per il trasloco

Confermato i servizi necessari al trasloco?

Mettiamolo come primo punto, da verificare prima di iniziare qualsiasi operazione preliminare. Hai prenotato un trasloco professionale con una ditta? Perfetto, questo passaggio ti dà buone garanzie. Però assicurati di aver indicato quali servizi extra sfruttare. Ad esempio, ti serve un deposito per i mobili? O magari lo smaltimento di oggetti ingombranti? Controlla che tutto sia chiaro.

Hai comprato le scatole e gli imballaggi?

Tutti si preoccupano di far sì che bicchieri e piatti non si rompano, ma nella maggior parte dei casi l’operazione non viene pianificata con cura. Manca sempre qualcosa. Ecco perché devi certificare che questo step sia sempre in primo piano tra le cose da fare prima del trasloco. Così puoi acquistare le scatole per imballaggio adeguate al tuo scopo, evitando errori e acquisti fuori misura.

Avvisato lavoro o clienti della tua assenza?

Non potrai lavorare durante i giorni nel tuo trasloco. Impossibile. Avrai le scatole da chiudere e sistemare, i mobili da organizzare, gli operai da seguire. Certo, se chiedi aiuto a una ditta specializzata puoi ottenere una mano importante e risparmiare tempo.

Ma sarà molto difficile rinunciare a qualche giorno di ferie per blindare i primi giorni dopo il trasloco vadano nella direzione giusta. Quindi, avvisa per tempo i tuoi clienti se sei un libero professionista o prenditi un minimo di ferie se lavori come dipendente.

Trasferito le utenze luce, acqua e gas?

Sarebbe un bel problema, sul serio. Potresti lasciare casa senza aver disdetto i contratti con luce, acqua e gas? Hai già allacciato le utenze nella nuova abitazione? Ecco uno step decisivo della checklist: non sorvolare, informati presso i singoli servizi per verificare i passaggi da svolgere in vista di un trasferimento. Così puoi far combaciare i tempi alla perfezione.

I documenti della casa sono sani e salvi?

Casa vecchia addio. Adesso arriva la nuova abitazione, ma prima di iniziare a organizzare la festa per inaugurarla devi verificare di aver protetto e gestito i documenti. Quali? Ma come, quelli che hai sempre mantenuto al sicuro. Ad esempio quelli che attestano la proprietà della dimora, o l’atto di vendita. O magari le ricevute del mutuo. Insomma, in ogni casa ci sono sempre dei documenti.

Tu non devi perderli d’occhio. Anzi, deve essere un tuo preciso dovere controllare che vengano sempre tutelati. Nelle fasi concitate del trasloco potresti perdere qualche fascicolo, magari un semplice foglio. E sai bene che per la burocrazia può essere un problema.

Bambini e animali domestici: chi se ne occupa?

Hai gestito le priorità ma ti rendi conto che hai ignorato uno dei punti più importanti: le persone non indipendenti, vale a dire i bambini. Hai già avvisato una babysitter o i parenti che devono occuparsene? Non puoi farne a meno, non il giorno del trasloco.

Lista delle cose da fare per il trasloco

Lista delle cose da fare per il trasloco.

Perché nel momento in cui sei impegnato tra scatole e trasporti non puoi avere la massima attenzione per tutti. Vale anche per gli animali come cani e gatti. Ecco perché devi essere certo di questo punto: prima di iniziare il trasloco devi avere le spalle coperte.

Hai selezionato quello che non ti serve?

È uno snodo essenziale per la riuscita del tuo percorso di trasferimento e lo devi mettere in primo piano, non può mancare nella lista delle cose da fare per il trasloco. In cosa consiste? Devi fare un elenco degli oggetti che, nella fase di inscatolamento, non ti seguiranno. Non si tratta di semplice pulizia, quest’attività è indispensabile per organizzare un trasloco rapido e veloce.

Ci sono i comfort base nella nuova casa?

La prima notte nella residenza che ti ospiterà non deve spaventarti. Soprattutto se hai osservato questo passaggio inserito nella lista delle cose da fare per il trasloco. In sintesi, hai già preparato le nuove stanze? C’è qualcosa che manca per permetterti di dormire, preparare la cena e avviare le tue giornate? Molto sarà portato durante il trasloco, ma assicurati che ciò avvenga.

Già comunicato il cambio di residenza?

Una circostanza che non puoi ignorare. Il comune deve essere aggiornato rispetto a ciò che hai deciso sulla tua residenza. Ovviamente devi fare lo stesso per i componenti della famiglia: conviene informarsi subito per comprendere le procedure burocratiche da affrontare per fare in modo che lo stato sia sempre allineato con la posizione reale della tua casa di riferimento.

Da leggere: cosa fare il giorno prima del trasloco

Lista delle cose da fare per il trasloco

Cosa ti serve per avere sempre i passi allineati? Noi ti suggeriamo una semplice agenda, un calendario cartaceo o elettronico, magari un’applicazione sullo smartphone che ti consenta di settare degli alert. Vale a dire avvisi con email o messaggio per ricordarti cosa fare.

Basta un attimo di distrazione per ritrovarti con un bel problema da risolvere. Il consiglio finale: puoi usare Google Calendar per fissare i punti nel tuo planning. L’aspetto interessante è che ci sono gli avvisi per evitare dimenticanze. Perfetto, non credi?

Valutazione

Lascia un commento

Richiedi preventivo