Devi traslocare? Sei nel posto giusto!

Richiedi un preventivo personalizzato a professionisti del settore

5 caratteristiche di un trasloco da incubo

Quali sono i punti di un trasloco da incubo? Nella nostra attività ne abbiamo viste tante, c’è sempre un punto da affrontare con cura e attenzione per evitare che tutto vada storto. Ma se sei un professionista sai bene quali sono i rischi e le avversità che si nascondono dietro a un trasferimento. Nulla vieta, però che il trasloco fatto senza il contributo di un’azienda specializzata si trasformi in un problema.

trasloco da incubo

Anzi, in un incubo dal quale sembrerà difficile riemergere. Le scatole si accumulano, il trasporto langue, gli oggetti si rompono: è solo l’inizio. In questo articolo ti descriviamo 5 aspetti che possono manifestarsi in un trasloco da incubo. E che tutti vorrebbero evitare.

Non hai acquistato abbastanza scatole

Ecco la prima situazione che potrebbe diventare difficile da affrontare: sei arrivato all’ultimo passaggio, stai organizzando gli oggetti e, all’improvviso, ti rendi conto che le scatole di cartone per l’imballaggio non bastano. Mancano, sono finite, hai esaurito le scorte. Eppure eri sicuro di aver acquistato un buon quantitativo insieme alle altre soluzioni come chip di polistirolo e fogli di gommapiuma.

Questo è un problema. Hai acquistato le scatole di cartone online e adesso per avere un altro ordine a casa devi aspettare l’invio. Certo, con Amazon Prime puoi accorciare i tempi ma resta sempre una seccatura. Perché il trasloco rischia di allungarsi mandando all’aria tutti i tuoi piani. Erano quasi perfetti, eppure… Quante scatole servono per un trasloco? Il consiglio è semplice: meglio abbondare.

Da leggere: come gestire i mobili durante il trasloco?

Imballaggio, non adeguato o sufficiente

Questo è il secondo problema che potrebbe portarti verso un trasloco da incubo: le scatole ci sono, possono aiutarti a gestire il passaggio da una casa all’altra e hanno la giusta struttura. Quello che ora manca è l’imballaggio. La gommapiuma è finita e il pluriball può aiutarti ma ci vorrebbero dei blocchi di polistirolo per chiudere gli spazi all’interno del box. Sai cosa succede se mancano questi elementi?

La risposta: rischi di rompere gli oggetti più fragili. Non puoi permettere ciò, hai bisogno delle soluzioni per evitare che i bicchieri si rompano e i piatti si distruggano a causa di una caduta minima. Basterebbe un passaggio in più e invece hai ignorato tutto.

Hai dimenticato di svuotare le cantine

Ecco il dramma. Devi traslocare e hai una cantina. Il problema essenziale: questi spazi sono stretti, difficili da gestire e non facili da organizzare. Eppure hai dimenticato che questo doveva essere uno dei primi compiti da affrontare, proprio perché contiene beni e mobili che non ti servono nella vita quotidiana. Il mio consiglio: non sottovalutare mai il tempo e lo sforzo per sgomberare una cantina.

Soprattutto se al suo interno ci sono elementi difficili da gestire come mobili pieni di abiti vecchi, cassapanche zeppe di oggetti che non ti servono più e non sai come gestire. In questi casi, ad esempio, può essere indispensabile avere al proprio fianco un servizio per smaltimento mobili. In questo modo puoi risolvere un passaggio attraverso procedure standardizzate ed efficaci.

Hai scelto un momento poco opportuno

Meglio fare un trasloco d’estate? Preferisci spostare le tue scatole d’inverno? O quando i tuoi figli hanno le vacanze da scuola? Ci sono mille opzioni per organizzare il tuo trasloco ma se hai a disposizione del tempo libero conviene approfittarne. Anche se vorresti usarlo in modo diverso. Insomma, difficile scegliere il momento giusto per fare un trasloco. Soprattutto se lo devi gestire in prima persona.

Meglio avere una mano in questi casi. Magari un servizio di trasloco all inclusive che si occupi in prima persona di gestire tutti i passaggi, in qualsiasi periodo dell’anno. In questo modo tu puoi continuare a lavorare. Oppure ti godi le vacanze nei mesi estivi. Senza dimenticare che in determinati momenti non hai il tempo, le possibilità e le competenze per gestire carichi di lavoro esasperanti.

Ci sono mobili molto pesanti e voluminosi

Il trasloco da incubo per eccellenza: quello che ti costringe ad affrontare una serie di problemi impegnativi in termini di gestione dei mobili. Ad esempio, come traslocare un tavolo da biliardo? Sembra un’impresa difficile perché si tratta di un elemento complesso sia da smontare che da trasportare. Lo stesso discorso riguarda uno dei grattacapi per tutti quelli che devono fare un trasferimento da soli.

Come traslocare un pianoforte? Devi avere tecnica e competenze. Non basta conoscere lo strumento, non è sufficiente saper smontare questo oggetto pesante e delicato: una struttura capace di trasportare (ad esempio) dal quinto piano al furgone non può perdere di vista l’importanza di una scala idraulica o una piattaforma mobile in grado di far scendere facilmente grandi oggetti da un piano all’altro.

Per approfondire: cose da fare prima del trasferimento casa 

Trasloco da incubo: lo hai già affrontato?

Spero di no. In realtà ci sono diverse soluzioni per snellire il lavoro e metterlo in sicurezza. Quello che serve veramente e che può aiutarti a fare chiarezza: il contributo di un servizio personalizzato e professionale. Solo così puoi evitare problemi che potrebbero diventare difficili da affrontare in un secondo momento. Quali sono i punti che hai risolto con il tuo trasloco? Hai bisogno di una consulenza?

Lascia un commento

Richiedi preventivoCall Now Button