Devi traslocare? Sei nel posto giusto!

Richiedi un preventivo personalizzato a professionisti del settore

5 passaggi chiave per organizzare un trasloco aziendale

Come organizzare un trasloco aziendale? Questa è una delle domande comuni che spesso dobbiamo risolvere in azienda. Perché non tutti i clienti devono cambiare casa o appartamento, spesso il trasferimento riguarda un ufficio. O magari una sede aziendale con una serie di passaggi diversi rispetto a una semplice dimora in un condominio. Come si lavora in questi casi? Quali sono le regole?

Cosa fare quando decidi di cambiare indirizzo, trasferire la tua azienda, traslocare e muovere la sede di un luogo di lavoro? Il passaggio chiave è quello che puoi ben immaginare: in questi casi il contributo di un’azienda professionale non è solo consigliato, spesso è indispensabile per diversi motivi. Quali sono? Come organizzare un trasloco aziendale semplice e indolore per dipendenti e clienti?

Valuta i tempi necessari al tuo trasloco

Aspetto chiave per definire i tempi di apertura della sede: un trasloco può impegnare anche diversi giorni, quindi bisogna organizzare turni ed eventuali cambiamenti di orari. Sia per i dipendenti che per il pubblico. In linea di massima i traslochi in ambiti professionali, come quelli per ufficio o appunto aziende, iniziano il venerdì pomeriggio. Vale a dire quando la sede chiude per il week end.

Il lavoro continua in assenza di dipendenti e pubblico per il fine settimana in modo da avere la sede pronta per il lunedì. Non sempre questo è possibile, tutto dipende dal lavoro da svolgere. Ma se necessario si possono organizzare turni extra.

Da leggere: attenzione ai costi nascosti del trasloco

Coinvolgi i dipendenti nelle operazioni

Vuoi tornare operativo il prima possibile? Perfetto, devi fare in modo che i dipendenti siano coinvolti nelle operazioni necessarie per definire la merce da imballare. Sono loro le persone che conoscono al meglio l’azienda, hanno il polso della situazione e sanno cosa serve fino all’ultimo giorno e non può essere già imballato. Invece, possono aiutarti a preparare i pacchi di ciò che viene usato poco.

E che quindi può essere anticipato sulla tabella di marcia dell’imballaggio. Se hai una grande realtà da trasferire forse hai bisogno di un apporto logistico differente, ma il consiglio resta sempre valido: i dipendenti, quelli che lavorano ogni giorno in azienda, sono preziosi nelle fasi organizzative del trasloco. Possono fare la differenza nel momento in cui prepari le scatole e organizzi i nuovi spazi.

Quale periodo traslocare con l’azienda?

Uno dei passaggi essenziali per affrontare questo step riguarda la scelta del miglior momento possibile per effettuare le operazioni. Se non c’è particolare fretta di cambiare sede operativa si può pensare a un trasloco d’estate, quando ci sono di solito meno richieste e clienti in attesa di ricevere prodotti o servizi. Ovviamente questa riflessione deve essere pensata in base alle singole attività.

Come organizzare un trasloco aziendale? Valutando sempre le caratteristiche delle singole realtà: ci sono imprese più attive d’estate e altre d’inverno. Valuta i periodi migliori pensando sempre al momento in cui puoi dare meno fastidio possibile all’attività quotidiana.

Usa i servizi aggiuntivi per il trasloco

Questa è una soluzione importante da valutare per organizzare il tuo trasloco aziendale nel modo più semplice possibile. Quando ti rivolgi a un’azienda specializzata in questo settore, quello dei traslochi professionali, assicurati che ci siano tutti i benefit utili allo scopo.

Ad esempio una buona fornitura di scale idrauliche e pedane per fare in modo che si possano portare al piano terra oggetti, scatoloni, imballaggi e macchine necessarie alla vita aziendale. Ma, soprattutto, devi avere la possibilità di accedere a servizi importanti come il deposito mobili. Ad esempio, la nuova sede non ha lo spazio necessario per sistemare tutto ciò che hai nella vecchia?

servizi trasloco

In questi casi puoi aver bisogno di un’area di stoccaggio sicura. C’è altro che, invece, deve essere eliminato? C’è un servizio che devi valutare: lo smaltimento mobili. Quando devi ottimizzare i tempi e gli spazi puoi aver bisogno di un buon lavoro di pulizia: questo è il modo migliore, più rapido e sicuro, per liberarti di ciò che non vuoi portare nella nuova sede. È il momento di rinnovare.

Non dimenticare l’aspetto dei dipendenti

In particolar modo il legame tra chi lavora da anni con te e la vecchia sede che a breve verrà lasciata. Il trauma da trasloco non riguarda solo la casa ma anche il posto di lavoro. Ci sono dei passaggi che aiutano a rendere questo cambiamento meno traumatico. Ad esempio puoi fare riunioni per evidenziare i benefit e le migliorie che si avranno nella nuova sede. Oppure puoi organizzare visite.

Sto parlando di supervisioni di gruppo dei lavori in corso per mostrare gli ambienti. Le persone possono toccare con mano l’evoluzione del progetto e iniziare a visualizzarsi sul nuovo posto di lavoro. Il coinvolgimento è la chiave per un trasloco intelligente.

Da leggere: migliori scatole di cartone per il trasloco

Come organizzare un trasloco aziendale

Ecco tutto quello che devi sapere per approfondire questo tema centrale. Ogni trasloco è delicato, importante, in grado di richiamare l’attenzione di chi sta cambiando i propri spazi. Ma ricorda che una realtà aziendale ha delle responsabilità in più Sei d’accordo con questo punto di vista? Hai già contattato i professionisti per definire date e punti fermi del tuo trasloco aziendale?

Valutazione

Lascia un commento

Richiedi preventivo