Devi traslocare? Sei nel posto giusto!

Richiedi un preventivo personalizzato a professionisti del settore

5 dettagli del trasloco in ufficio che non avevi considerato

Il trasloco in ufficio può essere un momento difficile da affrontare, non deve essere gestito senza una strategia ben precisa. Perché il rischio è quello che puoi ben immaginare: ritrovarsi con una serie di problemi difficili da sciogliere e che potrebbero ripercuotersi in modo notevole nei confronti del tuo lavoro. Non bisogna sottovalutare l’esigenza di chi vuole individuare dei punti chiari.

5 dettagli del trasloco in ufficio che non avevi considerato

Punti che possono salvare la tua azienda da perdite di tempo infinite, danni alle cose e agli arredi, smarrimento di scatoloni con grandi patrimoni (almeno in termini pratici) per il lavoro quotidiano. Vuoi organizzare un trasloco in ufficio e non sai da dove iniziare? Hai paura di evidenziare aspetti superflui e sottovalutare quelli che fanno realmente la differenza? Ecco cosa sapere a tutti i costi.

Organizza i tempi in modo chiaro

Quali sono le soluzioni migliori per non ritrovarti con le persone davanti alla porta d’ingresso dell’ufficio e le scatole ancora da aprire e organizzare? Semplice, devi contattare un’agenzia per organizzare un trasloco professionale e iniziare le operazioni il venerdì pomeriggio. Ovvero quando i dipendenti sono già fuori e gli operai hanno massima libertà di operare fino alla riapertura, il lunedì mattina.

Se necessario chiedi all’azienda che si occupa del trasloco di lavorare anche oltre gli orari stabiliti, ad esempio nelle ore serali: probabilmente ci sarà bisogno di un extra ma è necessario per avere la nuova sede degli uffici disponibile in tempi minimi.

Da leggere: 5 dettagli per fare un trasloco aziendale

Trasloco in ufficio: anticipa sempre

Ci sono dei passaggi che possono essere portati a termine prima ancora di iniziare il trasloco vero e proprio. Ad esempio puoi iniziare a svuotare gli archivi e metterli in depositi per fare in modo che poi siano reperibili subito. Ci sono tante soluzioni, qual è la migliore?

Dipende, c’è anche in self storage per semplificare tutte le operazioni. Se l’ufficio nuovo è già pronto, ma se hai bisogno di anticipare il trasferimento dei mobili più ingombranti potresti non trovare gli spazi pronti. Per questo il deposito per aziende diventa decisivo.

Elimina ciò che non serve sul serio

Vuoi velocizzare le operazioni di trasloco ma non sai da dove iniziare? Ricorda che nel nuovo ufficio non è detto che ci debba essere tutto ciò che caratterizza oggi il tuo spazio lavorativo. Quindi, prima di iniziare il trasloco in ufficio fai un inventario degli oggetti che si trovano nelle sale e decidi subito cosa buttare e cosa, invece, no. In questo modo puoi prenotare subito un servizio smaltimento mobili.

Le scatole per il trasloco in ufficio

Quando organizzi il tuo trasloco aziendale devi acquistare delle scatole per imballaggio. E quando fai il tuo ordine devi prendere in considerazione un punto decisivo: puoi lavorare sulla qualità della confezione. Indicando una preferenza chiave: quella delle onde. Scegliere una scatola di cartone a onda singola vuol dire puntare su un box leggero ma non molto resistente agli urti.

Le scatole per il trasloco in ufficio

Quella a due onde, invece, ha delle caratteristiche fisiche capaci di sopportare schiacciamenti e pressioni superiori. Lo stesso vale per la soluzione a tre strati. Ed è questa la scelta a preferire se hai bisogno di resistenza, o hai grande paura di rompere qualcosa.

“Trasformato in imballaggio finito, il cartone ondulato diventa un contenitore robusto, versatile, ideale per raggruppare, trasportare e proteggere i prodotti in esso contenuti. Il modello di scatola più comune e più utilizzato per le sue doti di economicità di produzione e versatilità nell’utilizzo è senza dubbio la scatola americana”.

Come suggerisce Wikipedia, una delle migliori applicazioni del cartone a due onde è quella delle scatole americane, con alette che chiudono l’imballaggio in modo omogeneo. Senza creare spigoli e ostacoli per trasportare al meglio oggetti e mobili del tuo ufficio.

C’è un imballaggio adatto (sempre)

La scatola non è l’unico aspetto che devi valutare quando decidi di organizzare un trasloco in ufficio. Meglio puntare l’attenzione anche su un altro aspetto, vale adire l’imballaggio dei pacchi. Che puoi scegliere in base al tipo di oggetto da mettere nei box. Il pluriball è un velo soffice perfetto per avvolgere oggetti fragili, ma se vuoi trasportare computer e stampanti non basta. Ad esempio?

Hai bisogno del polistirolo per mantenere fermi i vari oggetti nelle scatole e, al tempo stesso, attutire urti da cadute e schiacciamenti. Che possono arrivare dall’alto o dai lati. Tutto questo senza dimenticare i trattamenti di impermeabilizzazione per proteggere dalla pioggia. Come ad esempio teli di plastica che impediscono all’acqua di bagnare le scatole di cartone, utile per i traslochi in inverno.

Da leggere: come fare un trasloco intelligente

Come fare Il tuo trasloco in ufficio

Come sempre ci sono tante sfumature per organizzare un trasloco professionale, però ci sono dei dettagli che devi valutare in prima persona. Il resto, invece, deve essere ottimizzato grazie al contributo di un’azienda professionale. Che ti permette di migliorare i tempi del trasloco curando tutti gli aspetti ideali. Quali sono i punti da valutare? Contattaci per avere un preventivo specifico.

Lascia un commento

Richiedi preventivoCall Now Button