Devi traslocare? Sei nel posto giusto!

Richiedi un preventivo personalizzato a professionisti del settore

Come organizzare un trasloco fai da te

Sempre giusto ragionare sul come organizzare un trasloco fai da te se si vuole risparmiare e ottenere il miglior risultato possibile con le proprie competenze e capacità. Perché diciamolo chiaramente: non è impossibile fare un trasloco senza grandi contributi. Magari in completa autonomia, solo grazie all’aiuto di amici e parenti. Persone non specializzate ma che possono comunque aiutarti.

Come organizzare un trasloco fai da te

Fare un trasloco fai da te non richiede competenze particolari a prima vista. Si tratta di portare pacchi da un punto all’altro della città. Ci sono dei dettagli da approfondire? Ecco una serie di aspetti che non puoi e non devi mai ignorare quando decidi di fare il grande passo: cambiare casa. Ma senza il contributo di un’azienda specializzata in grado di accompagnarti e aiutarti in quest’attività.

Preparare le scatole e i mobili al meglio

Questo è il primo passo da affrontare se vuoi fare un trasloco fai da te: devi organizzare un buon lavoro di pianificazione per capire come muoverti, in che ordine preparare le scatole e imballare tutto ciò che serve nella nuova abitazione. Uno dei punti sostanziali: lavorare con il decluttering, vale a dire una pratica organizzativa e pianificatrice basata sul minimalismo. Ecco una definizione chiara:

decluttering is first removing what doesn’t serve the goals of your space, and second making sure the things you love are visible, and the things you use are accessible.

Il decluttering deve essere un passaggio per eliminare tutto quello che non serve e dare valore a ciò che, invece, dovrebbe avere maggior importanza per la tua nuova casa. Ora, il punto è che per ottenere questo risultato devi essere disposto a buttare l’inutile.

Ecco perché è importante avere al proprio fianco un servizio di smaltimento mobili vecchi ed elettrodomestici in discarica. Vuoi fare tutto da solo? In ogni caso questo passaggio necessita di mezzi specifici e collaboratori in grado di gestire grande quantità di oggetti da portare in discarica. Rispettando ovviamente le regole della differenziata, in qualsiasi caso. Anche quando devi gestire piccoli traslochi.

Da leggere: cosa fa una ditta di traslochi e di cosa si occupa?

Occupati delle cantine e delle soffitte

Come organizzare un trasloco fai da te? Altro step fondamentale è quello che ti spinge a occuparti di quelle aree più complesse e difficili. Vale a dire lo sgombero di cantine, box, garage e soffitte: qui si trovano a volte gli oggetti più ingombranti e difficili da trasportare.

L’idea di buttare tutto e usufruire del già citato servizio di smaltimento mobili è sempre valida, può risolvere tanti problemi a un trasloco fai da te. Ma potresti anche decidere diversamente. E per il momento mantieni tutto in un deposito privato per mobili.

Il trasporto delle scatole e dei mobili

Uno dei passaggi da valutare quando ti chiedi come organizzare un trasloco fai da te: chi porterà i pacchi, i mobili smontati e gli oggetti necessari alla tua vita nella nuova abitazione? In questi casi ci vogliono camioncini e furgoni per il trasloco e se non hai scelto un servizio specifico puoi scegliere di noleggiare una soluzione specifica. Vuoi utilizzare la tua auto? Meglio evitare, sarebbe un problema:

  • Un’auto non è pensata per fare questo.
  • Magari rischi di danneggiare gli oggetti che porti.
  • Può rompersi anche l’auto che stai usando.
  • Spesso sono necessari tanti passaggi per chiudere il lavoro.
  • A volte il consumo di carburante supera la spesa.

Vale a dire la spesa per noleggiare un furgone adatto al trasloco. Certo, se scegli un servizio professionale non devi preoccuparti di questo punto perché sarà direttamente l’azienda del trasloco a occuparsene. In questo caso la scelta spetta a te: curala al massimo per evitare brutte sorprese. Prima di procedere, però, valuta quanto costa noleggiare un furgone per il trasloco e fai la scelta più conveniente.

Sai già come muoverti in città?

Ad esempio, se devi fare un trasloco nel centro storico di Roma non puoi improvvisare. Hai bisogno di una conoscenza chiara delle strade e delle zone a ZTL. Anche se sei residente non puoi pianificare un trasloco fai da te senza prendere come riferimento questo dettaglio. Che in realtà è decisivo perché ti consente di risparmiare un bel po’ di tempo nel traffico e negli spostamenti.

Da leggere: come fare un trasloco rispettando 6 punti essenziali

Quindi, il trasloco fai da te conviene?

La verità? Non sempre, soprattutto in determinate occasioni. Capire Come organizzare un trasloco fai da te non è facile se devi gestire grandi quantità di mobili, oggetti fragili, materiale che deve essere portato via dall’ultimo piano di un palazzo o che appunto deve essere trasportato in un condominio che non lascia molto spazio all’improvvisazione. In alcuni casi determinate scelte sono imprescindibili.

Ecco perché in alcuni casi puoi puntare su soluzioni alternative. Ad esempio ci sono aziende che permettono di lasciare al cliente una buona parte del lavoro e di supportarlo solo per le fasi più delicate. Tipo quelle in cui è necessario l’uso delle pedane idrauliche e delle piattaforme per permettere a chi deve trasportare grandi quantità di merce da un piano all’altro. Hai qualche idea da sviluppare?

Lascia un commento

Richiedi preventivoCall Now Button